Provincia di Milano

Ho avuto al fortuna di collaborare con la Provincia di Milano sin dall’inizio del progetto quinquennale che ha visto la realizzazione della Rete Geografica a Larga Banda sul territorio di competenza provinciale. Valorizzando le proprie infrastrutture (strade provinciali e collettori fognari), la Provincia di Milano ha iniziato a coprire il territorio di sua competenza con una rete telematica di altissimo profilo e grandissime potenzialità nell’ottica di abbattere il digital divide e servire le proprie sedi remote.

Le prime due fasi del progetto hanno avuto un impatto sostenibile in bilancio essendosi ripagate in 3 anni dal risparmio ottenuto sulla spesa corrente riferita ai canoni delle connessioni dati (Intranet e Internet) – voce (RTG e comunicazioni Intranet) – video (telecamere, videosorveglianza e videoconferenza) verso l’Operatore incumbent delle sedi provinciali sul territorio.

Quindi, rete di proprietà della PdM (conto capitale) finanziata dal risparmio sulla spesa corrente.

Sono state realizzate le prime due fasi che prevedevano la posa di un cavo in fibra ottica sulle strade provinciali e all’interno dei collettori fognari. Le fibre ottiche sono state “accese” con apparati di rete C-WDM che costituiscono la dorsale (backbone) sulla quale si appoggia la rete d’accesso realizzata con tecnologia ottica passiva G-PON e con Gigabit Ethernet e wireless HiperLan. La Rete è stata estesa sul territorio del Comune di Milano grazie all’acquisizione in IRU di fibre ottiche spente, rilegando le 10 sedi provinciali cittadine. Tutte le comunicazioni voce e dati tra tutte le sedi provinciali sono state veicolate sulla Rete a Larga Banda con risparmio sensibile e innalzamento della qualità dei servizi. La connettività verso Internet è stata ridisegnata portando fibre ottiche direttamente al MIX e ottenendo una connessione performante poi condivisa con tutte le sedi provinciali. Infine è stata ridisegnata nei servizi, nelle performance e nei prezzi la Rete Mobile integrandola con la rete provinciale e facendo convergere i servizi.

In tutto questo fantastico percorso ho avuto l’onore di redigere i Capitolati Tecnici di Gara e collaborare nella redazione dei Disciplinari di Gara per parecchi Appalti a evidenza pubblica e Gare Pubbliche: 

Luglio 2003 Gara Comunitaria “Soluzioni Telematiche su rete GSM e GPRS compresi il Noleggio e la Manutenzione di Apparati Radiomobili e delle Infrastrutture necessarie nonché lo Sviluppo di Progetti Speciali dedicati ad Applicazioni di Telefonia Mobile”.

Il Capitolato Tecnico di Gara redatto richiedeva servizi di telefonia mobile di Base, Avanzati e a Valore Aggiunto, oltre a tre progetti speciali: Copertura On Campus, Servizi di Telefonia Mobile Integrati alla Comunicazione dell’Ente (SMS, Download delle Applicazioni, Collegamento con la INTRANET tramite GPRS) e Servizi di Mobile Office (Unified Messaging)

highlights

  1. abbattimento dei costi del traffico telefonico mobile; base d’asta = tariffe CONSIP
  2. realizzazione progetti innovativi e unici nelle Amministrazioni (Copertura on Campus): costi nulli per le comunicazioni all’interno di una sede istituzionale;
  3. servizi di manutenzione e assistenza efficaci sugli apparati mobili;
  4. integrazione delle tecnologie “mobile” (GSM – GPRS – UMTS) con tecnologie di trasmissione dati (LAN – WAN – wireless LAN)

Ottobre 2003 Gara Comunitaria “Voice & Infrastructure Global Services: Esternalizzazione del Servizio di Assistenza alla Gestione e allo Sviluppo dei Sistemi Infrastrutturali Passivi di Trasmissione Dati / Fonia e dei Sistemi Telefonici ISPBX”.

Si è identificata una componente delle attività operative di assistenza alla gestione dei sistemi di telefonia fissa e dei sistemi di infrastruttura passiva sulla quale si è avviato un processo di terziarizzazione controllata assegnando in OUTSOURCING parte delle attività operative legate alla gestione ordinaria e straordinaria dei sistemi.

highlights

Grazie alla realizzazione di questo progetto, la Provincia di Milano ha ottenuto un’ottimizzazione delle risorse umane interne con conseguente contenimento dei costi di struttura. Affidandosi a Società specializzate nel settore, ha trovato un valido supporto per la realizzazione di progetti innovativi e unici nelle Amministrazioni, elevando il livello di affidabilità delle tecnologie, aumentando l’efficienza lavorativa ed elevando la qualità del servizio erogato ai propri utenti e, di riflesso, ai cittadini.

L’attività di progettazione è proseguita nel 2004 con il Bando di Gara Comunitaria per i “Servizi Integrati di Comunicazione Fonia/Dati Mediante l’Interconnessione in Fibra Ottica delle Principali Sedi Provinciali Site in Milano”.

Questo procedimento di gara è stato suddiviso in due Lotti; il primo aveva come oggetto l’ “acquisizione del servizio di utilizzo in modo esclusivo di fibre ottiche” secondo il modello I.R.U. Indifeseable Right of Use; il Lotto 2 aveva come oggetto l’ “acquisizione del servizio di implementazione e gestione di apparati attivi per la trasmissione di dati su fibre ottiche

L’obiettivo di questo Progetto è stato quello di costituire una rete telematica metropolitana che utilizza apparati attivi di proprietà della Provincia di Milano (Lotto 2) e un’infrastruttura passiva di rete (Lotto 1) composta da fibre ottiche spente concesse in uso esclusivo all’Ente secondo l’IRU; il Lotto 2 ha previsto la fornitura, la gestione e la manutenzione degli apparati attivi di rete che, una volta collegati alle fibre ottiche spente, hanno costituito la rete metropolitana a larga banda (@10 GIGAbit/s) che connette le sedi istituzionali e veicola tutte le comunicazioni elettroniche interne (voce, video, dati, internet…).

Highlights

Questo progetto è stato preso come riferimento da altri Enti Pubblici e da alcune realtà private per l’approccio innovativo al mercato delle tecnologie (Global Services per gli apparati attivi di rete e modello I.R.U. per le fibre ottiche spente) che ha portato un indiscusso risparmio nelle spese riferite alle telecomunicazioni moltiplicando per un fattore 1000 le performance della rete realizzata.

In Italia la Provincia di Milano è stata tra le primissime realtà (se non l’unica) che nel 2004 poteva contare su una Rete Metropolitana Privata a 10 Gbit/s.

Dalla fine del 2004 è partita l’attività di progettazione per la realizzazione della Rete Geografica a Larga Banda sul territorio della Provincia di Milano.

Il progetto è stato suddiviso in più fasi.

Maggio 2005: Gara Comunitaria per l’aggiudicazione del “Servizio di Connettività verso Internet”.

Dicembre 2005: Asta Pubblica Comunitaria, suddivisa in tre Lotti, per la “Lotto 1: Fornitura con Posa in Opera e Successiva Assistenza Tecnica di Fibra Ottica Spenta”, “Lotto2: Fornitura in uso esclusivo (Indefeasible Right of Use-I.R.U.) di fibre ottiche spente e la loro manutenzione ordinaria e straordinaria” e “Lotto 3: acquisizione di apparati attivi per la trasmissione di dati su  fibre ottiche e loro manutenzione ordinaria e straordinaria”. In questa Procedura, oltre all’aspetto infrastrutturale passivo, è stata affrontata la parte logica ed elettronica della Rete Geografica a Larga Banda sia wired (apparati C-WDM, G-PON e GigaBit Ethernet) sia wireless (ponti radio in tecnologia HiperLan).

Maggio 2006: Appalto Pubblico Comunitario per l’aggiudicazione del “Servizio di Connettività verso Internet”.

Dicembre 2006: Asta Pubblica Comunitaria per la “Fornitura con Posa in Opera e Successiva Assistenza Tecnica di Fibra Ottica Spenta”; è la seconda fase della procedura del Dicembre 2005 concernente la realizzazione dell’infrastruttura passiva in fibra ottica della Dorsale Telematica della Rete Geografica a Larga Banda che si estende sul territorio provinciale (posa sulle strade provinciali e nei collettori fognari).

La Rete Geografica a Larga Banda così realizzata è stata interconnessa con la Rete MAN Metropolitana.

Highlights

Questo progetto è stato preso come riferimento da altri Enti Pubblici e da alcune realtà private per l’approccio innovativo al mercato delle tecnologie (posa delle fibre ottiche nei collettori fognari, realizzazione della dorsale con tecnologia C-WDM e della rete d’accesso con tecnologia ottica passiva G-PON) che ha portato un indiscusso risparmio nelle spese riferite alle telecomunicazioni (spesa corrente) valorizzando il patrimonio provinciale. La Provincia di Milano sta realizzando una rete dal profilo da operatore locale per potenzialità di comunicazione e capillarità.

Giugno 2007: Asta Pubblica Comunitaria per il “Servizio di Gestione del Sistema Digitale di Trasmissione via Radio a Copertura Completa (Tetra) con Fornitura e Installazione dei necessari Apparati Accessori alla Realizzazione dello Stesso”; trattasi della realizzazione dell’infrastruttura di rete in tecnologia Tetra (comprensiva degli apparati e delle opere infrastrutturali) avente copertura dell’intero territorio di competenza della Provincia di Milano. La Rete TETRA è integrata con la Rete Geografica a Larga Banda che si estende sul territorio provinciale. La Rete Geografica a Larga Banda costituisce l’infrastruttura sulla quale è stata sviluppata la Rete TETRA (anno 2007): rete composta da più di 22 stazioni radio base che garantiscono la copertura di tutto il territorio provinciale per realizzare comunicazioni sicure e affidabili secondo lo standard Tetra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...